Giornata nel complesso positiva per i tennisti italiani impegnati nei tornei estivi che chiudono la stagione sulla terra rossa in Europa. Gli occhi erano puntati su Marco Cecchinato, 27 del mondo, all’esordio ad Umago negli ottavi (ha usufruito di un bye al primo turno): il siciliano si è imposto in rimonta (per la nona volta nelle sue ultime 13 vittorie) sul ceco Jiri Vesely, 26 75 75. Vesely, tra l’altro, aveva eliminato Travaglia al primo turno ed era stato giustiziere di Fognini al terzo turno di Wimbledon. Per Cecchinato c’è ora l’ostacolo Djere, 100 dell’ATP, per la semifinale.

A Bastad, intanto, non ci sarà derby nei quarti: Simone Bolelli, uscito dalle qualificazioni, ha compiuto una bella impresa battendo 76 63 l’argentino Schwartzman, 1 del seeding e 12 del mondo. Ma il bolognese non sfiderà il giovane Berrettini, incappato in una giornata no e uscito battuto con un netto 62 62 dallo svizzero Laaksonen, lucky loser e 148 Atp. Peccato.