E’ durata un’ora e due minuti la seconda semifinale del tabellone maschile degli Australian Open. Tutto facile per Roger Federer che sfrutta il ritiro del suo giovane avversario, il coreano Chung (alla sua prima semifinale in uno Slam) e vola verso la sua 30esima finale in un major.

Il classe ’96 si è ritirato nelle battute finali del secondo set per una vescica. Non che l’esito del match fosse in dubbio: Federer ha conquistato agevolmente il primo set 6-1, poi è volato via 5-2 anche nel secondo parziale. Chung, dopo aver chiesto il medical time-out, ha resistito un paio di game prima di alzare bandiera bianca.

Federer troverà in finale Cilic, sconfitto nel 2017 nella finale di Wimbledon (in quell’occasione, curiosamente, anche il croato fu menomato da una vescica al piede). Lo svizzero cercherà il suo 20esimo titolo Slam, il sesto a Melbourne dove nelle precedenti sei finali ha perso solo da Nadal nel 2009.