All’età di 84 anni è morto oggi, a Brescia, Azeglio Vicini. Fu il commissario tecnico di una delle nazionali più amate di sempre, quella che partecipò ad Italia ’90 e chiuse con uno sfortunato terzo posto.

La carriera di Vicini si è sviluppata praticamente nella sua interezza in ambito federale. Le luci della ribalta arrivarono col bel secondo posto negli Europei Under 21 del 1986 (sconfitta ai rigori con la Spagna), poi arrivò la chance nella nazionale maggiore dopo l’addio di Bearzot.

Vicini portò con sé gran parte del gruppo di quell’Under 21 e i risultati arrivarono subito col terzo posto negli Europei del 1988. La grande occasione di Italia ’90 fu sprecata in una sfortunata semifinale persa ai rigori con l’Argentina, poco più di un anno dopo arrivò l’esonero per aver mancato la qualificazione ad Euro ’92.