Quattro su quattro: l’Italia completa un’altra stagione da dimenticare in Champions League non riuscendo a piazzare nessuna delle sue partecipanti nella top 16.

Dopo le eliminazioni di Capo d’Orlando, Venezia e Sassari (le ultime due retrocesse in EuroCup), anche la Sidigas deve dire addio alla massima competizione continentale targata FIBA. Un’uscita di scena ancora più grave considerato che la qualificazione è stata gettata al vento negli ultimi minuti della partita persa a Bonn: 60-68 al 34′, poi il finale pessimo col 79-74 che sancisce l’uscita di scena degli irpini.

I rimpianti aumentano considerato che per passare il turno c’era bisogno anche della contemporanea sconfitta dello Zielona Gora in casa del Nymburk: evento che è puntualmente accaduto e che non fa altro che aumentare il rammarico per gli uomini di Sacripanti.