Ha destato polemiche la mancata penalità a Lewis Hamilton alla fine del GP di Germania, ad Hockenheim. L’inglese, autore di una splendida rimonta culminata con la vittoria (grazie anche all’incidente di Vettel), era stato autore di una manovra non consentita quando, nel caos della pioggia e con le vetture che rientravano per cambiare pneumatici, ha attraversato la linea che divide l’entrata ai box dalla pista.

Una manovra considerata alla fine lecita dai commissari che, però, hanno impiegato ben 90 minuti prima di prendere la decisione. Charlie Whiting, direttore della FIA, ha spiegato l’accaduto: “Bisogna essere sicuri prima di convocare una squadra per un’eventuale penalità. Eravamo a fine gara, con pioggia e temporali e abbiamo preferito aspettare la fine prima di analizzare l’accaduto. Quando tutto si è calmato si è deciso di parlare col team. Ma la Ferrari non ha presentato alcun ricorso a riguardo”.