Icardi ancora in bilico

Icardi ancora in bilico

Icardi ancora in bilico

15 Aprile 2019

Mauro Icardi è tornato a giocare e segnare con l’Inter. Il futuro del bomber argentino, però, è tutt’altro che chiaro. La telenovela non si è conclusa, ma la presenza fissa di Wanda Nara nei salotti televisivi aiuta a ricordare costantemente che bisogna trovare una soluzione. Giuseppe Marotta, intanto, ha rinviato ogni discorso a fine stagione: “Le valutazioni saranno fatte al momento giusto, per noi è un giocatore importante, ma conterà anche la sua volontà”, ha spiegato infatti l’ad nerazzurro a Radio 1.

“Percentuali sulla permanenza? Sono sempre difficili da fare, ha 26 anni, ha un contratto di due anni è uno dei migliori giovani e dei migliori attaccanti in circolazione. La volontà della società è importante, poi c’è anche quella del giocatore”, ha detto Marotta. L’ex Juve ha commentato anche il possibile scenario di mercato che vedrebbe incrociarsi bianconeri e nerazzurri: “Uno scambio tra Dybala e Icardi? Sottolineo solo il valore di entrambi, nonostante Paulo sia in una momentanea involuzione”.

D’altro canto, il futuro dell’Inter appare incerto anche per quel che riguarda la guida tecnica. Spalletti non sembra assolutamente certo della propria permanenza e il nome di Conte continua ad essere sulla bocca di tutti. Bisogna capire, quindi, se chi allenerà l’Inter il prossimo anno vorrà puntare ancora su Icardi, soprattutto in considerazione di quanto successo di recente. Il mercato, poi, è sempre attivo. “La volontà della famiglia Zhang è di migliorare la rosa. Stiamo trattando con Godin, che incarna esperienza e cultura vincente. Il gap con la Juve? La Juventus è un modello vincente, non solo per i risultati sul campo. Vincerà lo scudetto ancora per qualche anno. L’attenuante per l’Inter è che in otto anni ha cambiato tre proprietà. Non c’è ancora stabilità all’interno dell’azienda”, ha aggiunto Marotta. Icardi non è l’unico pensiero.