Calcio

“De Rossi meritava ancora”

Daniele De Rossi sta per lasciare la Roma. Il capitano giallorosso, che ha acquisito i gradi dopo il ritiro di Totti nel 2017, è arrivato al capolinea. Nonostante la sua volontà di continuare, la società ha deciso di fissare un punto. Il centrocampista ha già rifiutato la proposta di cominciare subito una carriera dirigenziale e proverà a giocare ancora altrove. Come presumibile, queste ore si stanno rivelando molto concitate per i tifosi romanisti, che non hanno accettato il trattamento riservato dal club al loro beniamino. De Rossi ha saputo del mancato rinnovo del contratto solo ieri.

A commentare la notizia del giorno, tra le tante figure calcistiche di spicco che hanno avuto a che fare con Daniele, è anche Giacomo Losi. L’ex capitano della Roma ha conosciuto da vicino De Rossi, che ha anche scritto la postfazione della sua biografia. Ai microfoni di Soccermagazine, Losi si è detto affranto per l’addio del ragazzo. “Mi dispiace da morire perché De Rossi è uno che rappresentava la Roma in una maniera particolare. Peccato per la squadra. Uno dei giocatori secondo me anche più amati dai tifosi in questo momento. Mi dispiace perché De Rossi poteva stare nella Roma ancora per qualche anno e se lo meritava. (…) De Rossi poi era ancora in condizione per poter giocare, come lo ero io ai tempi miei”.

Il confronto con il ritiro di Totti è d’obbligo e per Losi quello di De Rossi è stato gestito persino peggio. “Qui a Roma purtroppo siamo un po’ troppo “ballerini”, diciamo così”, ha spiegato Losi, che si è congedato con un messaggio per i tifosi romanisti. “Io dico sempre che la Roma o si ama o non si discute. E non si discute mai perché il tifoso romanista l’ha sempre dimostrato, poi. L’attaccamento dei tifosi della Roma ha manifestato sempre un cuore aperto. Io penso che poche squadre in Italia abbiano i tifosi che ha la Roma”.

To Top