Calcio

Di Francesco parla da Bogliasco

roma-genoa-futuro-difra

“Ringrazio in primis la società, il presidente Ferrero e Carlo Osti per questa grande opportunità”, così ha esordito Eusebio Di Francesco nella sua conferenza di presentazione alla Sampdoria. “C’era voglia di tornare in pista dopo l’esperienza romana e sono convinto che è il posto giusto dove poter allenare. Sono qui per cercare di fare divertire innanzitutto la gente e poi ottenere i risultati”. Il mister ha promosso come sempre la cultura del lavoro ed è dell’idea che scegliere la Samp non sia stato un passo indietro rispetto alla Roma. Il tecnico sentiva anche il bisogno di rilanciarsi e quella di Genova sembra la piazza ideale per lui.

Inevitabile, però, una domanda sul doppio caso Totti-De Rossi che sta attanagliando la Roma nelle ultime settimane, proprio a Trigoria che era stato il centro operativo di Di Francesco negli ultimi due anni. “Non voglio entrare in questo tipo di ragionamenti. Oggi sono alla Samp e ho interesse solo a parlare di Sampdoria. Posso dire solo che la società ha detto che la Roma sotto Pallotta ha ottenuto otto risultati importanti, tre sono i miei. Totti e De Rossi sono amici, io non faccio la società”. L’obiettivo è di tornare in competizione internazionali. “Io ho allenato squadre che ambivano alla salvezza e poi sono arrivate in Europa. Io dico che dobbiamo lavorare e capire le potenzialità. Dobbiamo lavorare con grandissima umiltà”, ha dichiarato il mister.

Alla Samp Di Francesco ritroverà Defrel, allenato sia al Sassuolo sia alla Roma. Un altro pallino del tecnico, però è rappresentato da Domenico Berardi, obiettivo di mercato dei blucerchiati. “È un mio pupillo. L’ho allenato per cinque anni e sapete in quei cinque anni che numeri ha raggiunto”. A Bogliasco la Sampdoria di Di Francesco si sta già formando.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top