Calcio

Balotelli e la Nazionale: “Se succede bene…”

raiola balotelli

Mario Balotelli si è presentato a Brescia. L’ex Inter e Milan è tornato nella sua città per aiutarla a conquistarsi la salvezza nell’appena ritrovata Serie A. “È la mia ultima occasione? Non penso proprio, sono sereno e tranquillissimo. Magari lo pensi tu. No? Allora siamo a posto”, ha detto l’attaccante in conferenza. “Non ho paura di fallire. Sto bene a Brescia, voglio far crescere questa squadra il più possibile ed essere utile ai miei compagni. Ho sentito Mancini per il mio compleanno. Andare agli Europei è uno dei miei obiettivi di questa stagione”, ha aggiunto.

“Con Cellino ci eravamo già incontrati in Inghilterra tanto tempo fa. Ci siamo visti poi insieme a Raiola, abbiamo parlato e non è stato difficile scegliere il Brescia. Dal momento che è nata questa possibilità non ho pensato ad altro. È la mia città. Posso dare tutto qui. All’estero ho passato più anni che in Italia. Sono cresciuto più fuori che dentro al mio Paese a livello calcistico”, ha raccontato “Supermario”.

C’è spazio anche per qualche aneddoto familiare. “Quando ho detto a mia madre che sarei potuto venire a Brescia si è messa subito a piangere ed è stata contentissima. Le ho chiesto cosa ne pensava perché dovevo scegliere. A mio padre sarebbe piaciuto vedermi giocare qui a casa sua”. Sul tema del razzismo Mario si esprime poco, limitandosi a sperare di trovare un’Italia diversa. L’obiettivo primario rimane il ritorno in Nazionale: Se succede bene, se non succede…”. Adesso la palla passa a lui. Bentornato a casa, Mario.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top