Calcio

“Con Conte sono migliorato”

conte

Stefano Sensi ringrazia Antonio Conte. Il centrocampista nerazzurro, fresco di goal e di rigore procurato nelle prime due giornate di campionato, si trova adesso in Nazionale. Il giocatore era già stato convocato da Mancini ai tempi del Sassuolo, ma adesso sembra arrivato il momento della sua esplosione. “Per me arrivare all’Inter è stato un sogno, ma sto vivendo con serenità e ambizione. Devo ringraziare anche per questo società e mister e compagni, tutti credono in me e così lavoro al meglio. Le differenze tra Mancini e Conte? Sono molte, anche perché in Nazionale abbiamo meno tempo. Magari Conte verticalizza un po’ di più Entrambi hanno una mentalità vincente e questo conta”, ha detto Sensi dal ritiro azzurro.

Il centrocampista potrebbe essere titolare in una delle gare contro Armenia e Finlandia per Euro 2020. “Saranno gare difficili perché loro sono più avanti fisicamente e perché giocano in casa. Non dobbiamo sottovalutare gli avversari, nel calcio può succedere di tutto. Con concentrazione e cattiveria possiamo fare cose importanti. Avere accanto giocatori tecnici come Jorginho e Verratti aiuta. A Sassuolo ho giocato regista, all’Inter gioco mezzala, posso giocare dove serve. Il ruolo che prediligo? Regista. Ma nel calcio moderno ci si scambia spesso i ruoli durante la partita. Con Conte all’Inter mi sto trovando molto bene a fare la mezzala”. Si parla persino di togliere il posto a Barella. “Io e Nicolò siamo grandi amici. È chiaro che avendo lo stesso ruolo siamo rivali ma è una rivalità buona, nessuno deve essere scontento di non giocare perché il bene della squadra è primario”.

Sensi ha aggiunto altre parole su Conte. “Sicuramente la sua mentalità fa migliorare, sento già di essere cresciuto soprattutto mentalmente”. Gli obiettivi sono chiari. “Lavoriamo nell’Inter per vincere lo scudetto e nell’Italia per vincere l’Europeo”.

To Top