Calcio

Conte ripensa alla Juve

conte

L’Inter di Conte è stata appena sorpassata in testa alla classifica dalla Juventus, ma il tecnico non sembra molto abbattuto per questo motivo. Il primato potrà essere riconquistato in futuro, mentre a bruciare di più è la sconfitta in sé per sé nel singolo match. Parlando al ‘Festival dello Sport’ di Trento, il mister ha spiegato le differenze tra i bianconeri e le altre big italiane. “Io penso che credere non costi nulla, e questo vale per i tifosi dell’Inter, del Napoli e delle altre squadre. Poi però bisogna essere obiettivi e guardare la realtà. E non serviva la partita con la Juve per scoprire determinate cose. Mi sono espresso fin dall’inizio: rispetto a noi ci sono due squadre, Juventus al top e poi anche il Napoli, che hanno costruito di più negli anni”.

Insomma, anche l’Inter può lottare per lo scudetto. “È difficile dubitare del fatto che ci sia questo gap, ma noi abbiamo iniziato un tipo di percorso che attraverso il lavoro, la serietà e la chiarezza potrà portare a progredire nel tempo e diventare competitivi per dare soddisfazioni ai nostri tifosi. Dobbiamo avere coraggio ed una visione chiara del presente e di cosa può essere il futuro. Io conosco solo la parola lavorare ed è quella che dobbiamo conoscere all’Inter, per essere protagonisti bisogna farlo duramente. Dobbiamo lavorare ma senza porci dei limiti. Sappiamo che oggi ci sono certi valori, dobbiamo essere realisti, ma questo non vuol dire che non possiamo cambiare il corso del destino”.

Conte si è espresso anche sull’attuale andamento della Nazionale, ricordando come la forza di quella gestita da lui fosse nel gruppo più che nella qualità del gioco. Anche per questa ragione, il tecnico è convinto di poter ripetere con l’Inter qualcosa di simile a quanto visto a Euro 2016. I tifosi gongolano. Mai come stavolta l’assegnazione del tricolore è sembrata così in bilico.

To Top