Calcio

Sarri giustifica Ronaldo

I trasferimenti del Napoli dipendono dallo status di Sarri

La Juventus si è appena aggiudicata la qualificazione agli ottavi di Champions, ma Sarri non è del tutto soddisfatto. “Non abbiamo fatto una delle migliori prestazioni. Abbiamo concesso il fianco a tante ripartenze degli avversari e sapevamo che loro avrebbero fatto questo tipo di partita. Nel primo tempo eravamo troppo aperti e con troppe palle perse e quindi con l’impossibilità di andare a riattaccare subito la palla persa. Nella ripresa avevamo troppi giocatori sopra la linea della palla e quindi una circolazione piuttosto lenta con forti rischi di perdere il pallone. Buono l’aspetto caratteriale perché ho visto che la squadra voleva la vittoria a tutti i costi e l’ha raggiunta con un numero di Douglas in collaborazione con Higuain”, ha spiegato il mister a Sky.

CR7 sembrava adirato dopo il cambio, ma il tecnico ha chiarito tutto. Ronaldo era arrabbiato perché non sta benissimo. Da qualche giorno ha un disordine al ginocchio che compensa e gli si affatica un adduttore con facilità. Già alla fine del primo tempo era nervoso perché l’adduttore gli stava creando dei problemi. Poi ho visto che su un’accelerazione ha fatto un movimento che non mi piaceva. Ho avuto paura che si facesse veramente male e allora ho deciso di toglierlo”.

Douglas Costa è stato fondamentale, ma è ancora presto per vederlo a pieno regime. “È presto per la sua condizione fisica: è rientrato da poco ed è ancora timido sull’accelerazione, non è ancora tornato il giocatore di prima. Poi chiaramente la qualità è tantissima, penso che un giocatore come lui possa giocare in qualsiasi zona del campo. Per quanto riguarda gli altri, avevamo la necessità di far riposare qualcuno perché venivamo da 6 partite in 18 giorni. (…) Probabilmente abbiamo preso qualche rischio cambiando tanto, forse troppo rispetto alle ultime formazioni viste. Però la sensazione che la squadra potesse accusare un po’ di stanchezza l’avevamo e quindi abbiamo preferito prenderci questo rischio”, ha detto Sarri in conclusione.

To Top