Calcio

Mancini ne chiama 29

mancini

L’Italia di Roberto Mancini ha conquistato in anticipo la qualificazione per Euro 2020 e pertanto ogni esperimento sul campo sarà consentito. Per le ultime due partite di qualificazione contro Bosnia in trasferta e Armenia in casa, il ct ha deciso di convocare alcuni giocatori che si stanno mettendo in luce in questo campionato. Mario Balotelli aspetterà ancora, mentre a festeggiare sono Andrea Cistana del Brescia, Gaetano Castrovilli della Fiorentina e Riccardo Orsolini del Bologna.

Con la qualificazione già in tasca, i punti in palio contro Bosnia e Armenia non sono importantissimi per gli azzurri. Tuttavia, con altre due vittorie si suggellerebbe un 2019 perfetto, fatto solo di successi. Le ultime partite precederanno i sorteggi dei gironi dell’Europeo, in programma a Bucarest il 30 novembre. L’Italia deve ancora assicurarsi di essere testa di serie. Vincere ancora servirebbe sicuramente anche per migliorare il ranking in vista dei futuri gironi di qualificazione a Qatar 2022.

Per le due sfide, la prima a Zenica venerdì 15 novembre contro la Bosnia e la seconda a Palermo, lunedì 18 novembre, contro l’Armenia, Mancini ha chiamato 29 giocatori. Tornano Mandragora e Berardi. Tra gli altri calciatori eletti in azzurro ci sono i soliti noti, compreso quel Florenzi che sta trovando poco spazio nelle ultime gare della Roma. Tra i portieri si attende con ansia l’esordio di Meret, molto positivo tra i pali del Napoli in queste settimane. Confermati anche El Shaarawy e Belotti, nonostante il momento non felicissimo. L’unica assenza più curiosa è quella di Sandro Tonali, destinato momentaneamente all’Under 21. Per il resto, la squadra è quasi completa nella testa di Mancini.

To Top