Calcio

Il futuro di Chiesa

La Fiorentina ha incontrato il padre-agente di Federico Chiesa, l’ex viola Enrico, per fare chiarezza sul futuro del ragazzo. “Abbiamo parlato di tante cose. “Vi posso garantire che è stato un bell’incontro. Non ci ha chiesto di essere ceduto né ora né a giugno”, ha dichiarato il ds Daniele Pradè. I tifosi toscani possono tirare un sospiro di sollievo, almeno per il momento. Tuttavia, le sirene di mercato non smettono di suonare e gennaio si sta avvicinando. Federico si sta dimostrando uno dei talenti italiani più importanti degli ultimi anni e il salto di qualità è nel mirino.

“Avevamo programmato un incontro. Volevamo maggiore riservatezza, ma non rimane niente segreto. È stato un bell’incontro. Positivo. Dove ci siamo detti tante cose. C’è voglia di dialogare ed è una cosa importante. Noi siamo la società, c’è un contratto, e non c’è frenesia di parlare di rinnovo o cessione. La cosa principale è che lui stia bene e che l’affaticamento all’adduttore lo possiamo tenere sotto controllo per farlo giocare per la squadra e che ci possa far vincere le partite. È questo il succo dell’incontro”, ha aggiunto Pradè.

Assente all’incontro era invece il presidente Rocco Commisso. “Un giorno di questi parlerò pure con Enrico. Il rinnovo? Lui sa quanto è importante, sa che da parte nostra, specialmente da parte mia, non c’è mai stata una critica, però siamo una squadra e la squadra deve giocare insieme perché è importante per la città e per i tifosi”, ha dichiarato il numero uno viola in merito.

To Top