Calcio

Gasperini ritrova Caldara

Gian Piero Gasperini può riabbracciare Mattia Caldara. Dopo un anno e mezzo solo due presenze in rossonero, il difensore ha chiesto e ottenuto la cessione all’Atalanta dove era esploso. Prestito di 18 mesi con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di Euro in favore dei bergamaschi. Le visite mediche sono già state fissate per domani, mentre al Milan arriverà l’ex Palermo e Roma Simon Kjaer. Quest’ultimo era giunto all’Atalanta al posto di Skrtel.

Giuseppe Riso, agente di Caldara, ha accelerato la trattativa nelle ultime ore. Todibo non dovrebbe più arrivare al Milan. “Stiamo valutando varie possibilità, non c’è solo lui. Sicuramente è un giocatore interessante, verificheremo se ci sono le condizioni giuste e nel caso cercheremo altre opportunità”, aveva detto infatti Massara. Un vero e proprio colpo di scena in questa sessione di mercato. I tifosi del “Diavolo”, però, non sono troppo d’accordo. Dopo Bonucci, anche Caldara è di fatto tornato all’ovile, da dove era partito. Alla fine a guadagnarci sarebbe solo l’Atalanta, in piena corsa per un posto in Champions League.

Non finisce qui. Borini, altra promessa non mantenuta, sembra prossimo all’Hellas Verona. Avendo il contratto in scadenza giugno, il Milan lo ha lasciato libero di andare senza troppe pretese. Non si esclude che si stia lavorando anche per sistemare Reina, cercato dall’Aston Villa, ma prima di lasciare andare l’ex Napoli serve trovare un sostituto all’altezza. Si sta pensando a Emiliano Viviano, attualmente svincolato, che l’anno scorso si era distinto alla SPAL. Il Milan risparmierebbe in questo modo sul pesante ingaggio dell’estremo difensore spagnolo

To Top