Calcio

Gattuso contro i giornalisti

Gattuso: "I complimenti mi fanno arrabbiare"

Gennaro Gattuso non ci sta. Il tecnico del Napoli ha voluto subito mettere le cose in chiaro dopo la partita col Perugia in Coppa Italia. A latere della sconfitta con la Lazio, alcune dichiarazioni del mister sarebbero state travisate. Alcuni giornalisti hanno visto nelle parole di “Ringhio” una velata critica alla gestione di Ancelotti, che avrebbe compromesso la situazione attuale del club azzurro. Così, dopo il Perugia, Rino ha preso la parola prima di dare spazio alle domande in conferenza.

Prima di fare domande, volevo dire due cose altrimenti inizio a rispondere solo sì, no o forse. I giochini non mi piacciono. L’altro giorno ho detto che abbiamo toccato il fondo, abbiamo, non che Ancelotti ha toccato il fondo. Non l’ho tirato in ballo, Ancelotti per me è un padre calcistico. Ho detto che abbiamo cambiate metodologie, giochiamo diversamente, non ho offeso Ancelotti e voi scrivete che ho massacrato Ancelotti altrimenti anche io vi mancherò di rispetto. Ci vuole correttezza, non offendo e non do colpe agli altri. Non facciamo gli amici degli amici, Carlo ha i suoi amici, ma ce li ho anche io, non facciamo cose per creare malumore, pensiamo al bene del Napoli e non ai giochini”.

La Gazzetta dello Sport, ad ogni buon conto, rimane dell’idea che quello di Gattuso fosse un vero attacco ad Ancelotti. Le dichiarazioni dei giorni scorsi non lascerebbero dubbi di interpretazione secondo la rosea. Insomma, la polemica è servita. Per il Napoli il momento buio non è ancora finito e si fatica a trovare pace anche fuori dal campo.

To Top