Calcio

Torino “protagonista” del mercato

Il Torino al centro del mercato nell’ultima giornata. I colpi di Olivier Giroud e Islam Slimani per l’Inter sono sfumati in mattinata, poi è arrivato il no di Zaza al prestito in nerazzurri. L’Inter ha provato fino alla fine a regalare un attaccante a Conte prima della chiusura del calciomercato, ma invano. Con l’attaccante granata si era trovato un accordo per un prestito oneroso da 3 milioni di Euro, con diritto di riscatto fissato a 13. La formula, però, non ha convinto il diretto interessato che voleva andarsene a titolo definitivo.

Zaza ha scartato le destinazioni estere anche perché sperava di farsi allenare da Antonio Conte, suo ct in Nazionale dal 2014 al 2016. Rifiutati il Monaco, l’Espanyol, il Villarreal, la Sampdoria e non solo. Il mercato nerazzurro si chiude quindi con Ashley Young, Victor Moses e Christian Eriksen. In attacco rimangono Lukaku, Martinez, Sanchez e Esposito. Antonio Zaza risulta pertanto tra i giocatori più scontenti di questa sessione invernale. Alla fine l’attaccante è rimasto a Torino, dove sarà costretto a concludere la stagione. Difficile pensare a un ritorno in Nazionale in vista degli Europei.

Tra le ultime operazioni di mercato completate, si registrano il trasferimento di Piatek all’Hertha Berlino e quello di Florenzi al Valencia. Si tratta indubbiamente dei cambi di casacca più curiosi e che hanno fatto maggiormente discutere i tifosi. Il Napoli ha finito con l’essere tra le squadre italiane che hanno investito di più in queste settimane, mentre la Roma sembra rimasta scoperta in qualche ruolo. La Juventus, invece, si è liberata di Emre Can, che aveva rotto da tempo con Sarri.

To Top