Calcio

Europeo nel 2021: l’Italia aspetterà

Gravina: "Mi scuso con tutti gli italiani"

Il comunicato tanto atteso è arrivato e l’Italia di Mancini conosce finalmente il suo futuro. “La UEFA ha annunciato oggi il rinvio della sua principale competizione per squadre nazionali, UEFA EURO 2020, che non si svolgerà a giugno e luglio di quest’anno. La salute di tutti coloro che sono coinvolti nel gioco è la priorità, e si è inoltre voluto evitare di esercitare pressioni inutili sui servizi pubblici nazionali coinvolti. La mossa aiuterà tutte le competizioni nazionali, attualmente in attesa a causa dell’emergenza COVID-19, da completare”.

L’Europeo si giocherà nel 2021, dall’11 giugno all’11 luglio, sempre con inaugurazione a Roma. La scelta di rimandare di un anno la competizione è arrivata al termine di una riunione con tutte le Federazioni. La priorità è stata dunque concessa a campionati, Champions ed Europa League, da concludere quanto prima. A metà giugno le squadre di mezza Europa dovrebbero tornare in campo regolarmente. L’Europa League ripartirebbe il 30 aprile e la Champions il 5 maggio, con le due finali il 24 e il 27 giugno.

La UEFA ha sospeso tutte le competizioni e le partite per club e squadre nazionali per uomini e donne, fino a nuovo avviso. Le partite dei play-off di Euro 2020 e le amichevoli internazionali, in programma per la fine di marzo, si giocheranno all’inizio di giugno. La UEFA ha poi comunicato il pieno supporto alle Federazioni per il completamento dei campionati nazionali. “È stato istituito un gruppo di lavoro con la partecipazione di campionati e rappresentanti di club per esaminare le soluzioni di calendario che consentirebbero il completamento della stagione in corso e qualsiasi altra conseguenza delle decisioni prese oggi”.

To Top