Calcio

Champions, si cambia ancora idea

champions league

Sono diverse le ipotesi vagliate dalla UEFA per concludere le attuali edizioni di Champions ed Europa League. Anche alcune squadre italiane saranno impegnate nelle coppe. L’indecisione regna sovrana, ma l’edizione di oggi de La Gazzetta dello Sport ha svelato che esistono ben 4 scenari al riguardo. Il primo prevede una Champions integrale con inizio il 7 o 8 agosto con il ritorno degli ottavi ancora mancanti e quindi via fino alla finale, giocando a metà settimana e nel weekend. Un’alternativa prevede i quarti e forse le semifinali in gara secca, riducendo così il numero di partite e mantenendo l’eliminazione diretta fino alla finale.

Ci sono infine due soluzioni più originali che prevedono una fase finale in sede unica e richiederebbero meno tempo, massimo una decina di giorni. Una “final four” dopo i quarti, con le 4 qualificate si ritroverebbero a Istanbul per semifinali e finali. Oppure una “final eight” con 8 squadre che sarebbero concentrate sempre a Istanbul dove si giocherebbe ogni 72 ore. Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, potrebbe sposare l’idea dei playoff già caldeggiata per la Serie A. Le più grandi squadre europee, però, potrebbero sentirsi danneggiate da una situazione del genere, che garantirebbe qualche chance in più alle squadre più modeste.

Prima che si concludano i campionati, in ogni caso, non sarà possibile disputare le competizioni internazionali. Servirà un altro paio di mesi prima di capire se Champions ed Europa League potranno effettivamente essere portate a termine. Il tempo stringe, perdere anche solo una settimana in più potrebbe far saltare tutto.

To Top