Calcio

Sarri rischia con Allegri alle spalle

Allegri: la Juve deve giocare meglio

Maurizio Sarri farebbe bene a guardarsi le spalle da Massimiliano Allegri. La panchina sta traballando. Il tecnico toscano non ha convinto per niente in questo primo anno alla Juve, che rischia di concludersi addirittura senza trofei. Il bel gioco proposto a Napoli non si è mai visto a Torino. Piuttosto, alla Continassa si intravede l’ombra di Massimiliano Allegri, esonerato in maniera silenziosa dai bianconeri, che possono richiamarlo da un momento all’altro. Un vero smacco.

Anche Giovanni Cobolli Gigli è contro Maurizio Sarri. L’ex presidente bianconero, intervistato da Tuttojuve, ha parlato dei momento difficile della Juventus, sconfitta mercoledì sera dal Napoli nella finale di Coppa Italia. “Al termine del match, Sarri ha fatto intendere di aver perso solo perché ha sbagliato due rigori nella lotteria dei calci di rigori. Non credo sia corretto negare l’evidenza, la Juventus ha perso in maniera netta e solo Buffon l’ha tenuta in piedi nei tempi regolamentari. Attualmente non ha un suo gioco. Forse si è dimenticata come farlo, perché la più bella partita era stata quella di marzo con l’Inter risolta con i gol di Ramsey e Dybala. A distanza di tre mesi, è tutto di nuovo in discussione”.

“Non vedo il presidente mettersi in discussione, il suo obiettivo è di creare una super squadra in grado di vincere tutto e per farlo ha acquistato Cristiano Ronaldo. Il suo arrivo, però, ha creato degli scompensi, perché bisogna fare in modo che il gioco si adatti a questo primissimo attore. Con i soldi investiti per lui, personalmente avrei comprato dei giovani talenti per consentire alla Juventus di potersi rinnovare”, ha aggiunto.

To Top