Calcio

Sarri verso l’Atalanta

I trasferimenti del Napoli dipendono dallo status di Sarri

Maurizio Sarri è pronto al big match con gli orobici. “Affrontare l’Atalanta è come andare dal dentista: puoi uscirne bene, ma sai che ti farà male”. Queste le parole utilizzate dal tecnico della Juve per definire la sfida con la squadra di Gasperini che vale una fetta di scudetto. “Chiedo continuità e ordine ai miei”. Nessun commento, invece, sul sorteggio di Champions: “Non sprechiamo energie inutili”.

“Questa è una fase importante della stagione. L’Atalanta sta facendo benissimo, ha giocato benissimo sempre soprattutto in trasferta. Squadra difficilissima da affrontare. Loro sono aggressivi e hanno grandi ripartenze. Dal punto di vista fisico sono molto veloci, hanno capacità di strappare. Bisogno tenerlo in considerazione”, ha aggiunto il tecnico in conferenza. “Dybala? Paulo è un giocatore importantissimo, ma visto il blackout che abbiamo avuto avremmo perso anche con lui. Soffriamo di alcuni momenti di sbandamento: ora la priorità e non farli incidere così negativamente. Dobbiamo guardare avanti e non indietro. Douglas Costa per noi è importante, per certi momenti può fare la differenza. Abbiamo fatto un periodo senza Higuain e con pochissime alternative e in quel periodo Dougy era troppo importante averlo in panchina per poter cambiare le partite”.  

“La panchina lunga è un luogo comune perché ultimamente è corta. I dati del match con il Milan sono i migliori post Covid. Ci siamo paralizzati dopo un rigore, abbiamo altri problemi ma non fisici. Cambi di formazione? Decido oggi dopo l’allenamento. Alex Sandro ha avuto un infortunio di 10 giorni quindi il suo rientro è molto più veloce. Per Giorgio dobbiamo stare più attenti perché è poco allenato”.

To Top