Calcio

Magic moment per Insigne

Insigne: 'il Napoli non snobba l'Europa'

Lorenzo Insigne sta vivendo un momento d’oro. Ne è convinto anche Riccardo Bigon, ex direttore sportivo del Napoli, che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. “Parliamo di un calciatore che si è affermato ai massimi livelli, sia calcisticamente ma anche a livello di personalità e figura all’interno dello spogliatoio, ha fatto un evoluzione molto importante, gli fa onore. Sono contento di rivedere oggi quanto sta raccogliendo, ha lavorato molto ed è tutto meritato. Va detto che il merito o il contributo su Insigne chiaramente, per quanto mi riguarda è molto piccolo. Era già nel Napoli quando sono arrivato, lo prese Beppe Santoro. Mazzarri ne intuì le ottime doti e lo aggregò alla prima squadra, io cercai di aiutarlo nel suo percorso”.

“Penso che quando un ragazzo giovane come Lorenzo a quei tempi, poi entra in prima squadra, i compagni più sono forti e meglio è. Quello che ha imparato lui giocando con giocatori forti credo sia stato un bene per la sua crescita, se è diventato il giocatore che è oggi è perché ha avuto allenatori bravi e giocatori bravi”, ha aggiunto Bigon.

Oggi Insigne è il cocco di Mancini in Nazionale, dove veste comodamente la maglia numero 10. C’è chi vorrebbe affidargli la stessa maglia nel Napoli, ma scomodare Maradona sembra sempre e comunque azzardato. Gennaro Gattuso crede molto in lui: l’obiettivo deve essere quello di far tornare il club partenopeo in Champions League già quest’anno. Con l’Italia, invece, Lorenzo ha il dovere di fare bene sia all’Europeo sia alle Final Four di Nations League.

To Top