Calcio

Insigne e quel tiro di collo…

Insigne: 'il Napoli non snobba l'Europa'

Lorenzo Insigne è sempre più trascinatore del Napoli, specie in questo periodo in cui gli azzurri contano diverse assenze. Anche il capitano partenopeo, però, ha le sue pecche. A Radio Marte, nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”, ne ha parlato Marco Bucciantini, giornalista di Sky. “Malumore in ambiente Napoli? In attacco il Napoli ha visto mancare il giocatore che dava velocità e creava occasioni più limpide ma pure un altro che quello che fa lo fa meglio di tutti, cioè Mertens, un giocatore superiore rispetto agli altri. Nel Napoli avere Osimhen o Petagna significa interpretare il campo in un altro modo”.

“La squadra non ha una grossa convinzione come il Milan, che subisce meno le assenze. La partita contro lo Spezia può aver creato record di occasioni però poi non devi prendere goal dallo Spezia in 10 e non devi prendere 2 goal. Al di là dellle assenze il Napoli è mancato dopo la partita di Milano contro l’Inter, c’è stato un problema mentale”, ha aggiunto Bucciantini.

“Non prendiamo Ronaldo come paragone, tira come non ho mai visto tirare nessuno da quando vedo il calcio. Insigne? Lui ha quel magnifico tiro, però di collo fa fatica a tirare. Se lui avesse più balistica parleremmo di un fuoriclasse assoluto del calcio mondiale. Con Higuain e Mertens che fanno 30 goal tu i 90 punti li fai, la squadra ha bisogno di 30 goal di qualcuno. In questo momento c’è quest’assenza concomitante che è un problema. L’altro problema è la mentalità, il veleno, la cazzimma. Si può perdere contro la Lazio ma non con lo Spezia. Però quest’anno c’è la novità che siamo alla giornata 17 e nessuno può dire quale sia la squadra più forte del campionato. Ce n’è una che fa meglio ma non vuol dire essere più forti. Questo è un vantaggio per generare una sorpresa”.

To Top