Calcio

Gasperini: “Lo scudetto? È difficile”

Gian Piero Gasperini festeggia. L’Atalanta ha vinto una partita soffertissima contro il Cagliari nei minuti di recupero, rischiando di subire un rigore contro negli ultimi secondi del match. “Se non ci fosse stata la prodezza di Muriel oggi sarebbe stato difficile. Il Cagliari è una squadra forte fisicamente, non è facile superarla. Lo scudetto? È difficile. Dopo lo 0-0 con lo Spezia ci hanno criticato, ma è una squadra che gioca a calcio. Il campionato è difficile”, ha spiegato il mister a Sky al termine dell’incontro.

“Noi cerchiamo di crescere, la società ha fatto degli investimenti importanti. Il bilancio è positivo in una realtà di grandi debiti. Siamo contenti di ciò che stiamo facendo, per giocare su livelli più alti dovrebbe succedere qualcosa di straordinario. Su Romero: “Ha dei mezzi importanti, non per niente è stato acquistato dalla Juventus. È un giocatore giovane, con possibilità di miglioramenti. Bisogna sempre stare un po’ attenti con lui su certi atteggiamenti. Ad esempio oggi a 5 secondi dalla fine del primo tempo ha preso un’ammonizione assurda. Lui ogni tanto prende dei cartellini un po’ tutti gratuiti. Si può certamente migliorare, ha le capacità tecniche per poter giocare centrale ma anche centro-destra. Ha le qualità ma non ha ancora la convinzione giusta”.

“Domenica avremo la partita col Napoli, poi mercoledì il Real Madrid. Fino ad ora non abbiamo avuto il tempo per pensare alla Champions. Il Real lo abbiamo visto giocare e sappiamo che è una squadra forte con giocatori importantissimi, forti e tecnici. Non possiamo certo pensare di vincere la Champions ma da questa manifestazione possiamo trarre qualcosa che ci aiuti maggiormente per campionato e Coppa Italia”, ha aggiunto infine il tecnico.

To Top