Calcio

Gasperini zittisce il Napoli

Gian Piero Gasperini può dirsi soddisfatto. La sua Atalanta è prossima a incontrare il Real Madrid agli ottavi di Champions League e ha appena battuto per la seconda volta il Napoli, dopo il successo in Coppa Italia. “È una vittoria pesantissima, anche se non determinante. I tre punti sono recuperabili da parte di tutte le squadre. Ci sono ancora 15 giornate, ma abbiamo messo un bel vantaggio su Sassuolo e Verona, sono le più immediate inseguitrici sull’Europa. Poi di che valore sarà l’Europa vedremo durante l’arco del campionato. Quando incontri questo tipo di squadre il risultato è sempre molto in bilico, puoi vincere o perdere, metti in preventivo tutto. Ma nelle ultime settimane abbiamo giocato tre volte col Napoli, nonostante le partite difficili abbiamo sempre fatto qualcosina in più”, ha spiegato il mister orobico in conferenza.

“Su Pessina io ho detto che era un rigore grosso come una casa, chiunque intuisce un po’ la dinamica del gioco del calcio… l’ho visto io da 70 metri che poteva essere toccato. Poi si può andare o non andare al VAR, ma quello è stato soltanto un episodio. Poi ci sono stati altri episodi meno eclatanti, ma difficili da capire. Anche il quarto uomo ha avuto un atteggiamento molto strano. È andata bene così, siamo stati bravi. Ma queste sono partite di cartello. Atalanta-Napoli è importante, ci sono tanti interessi in palio, c’è anche l’Atalanta dentro questo tipo di partite. Dobbiamo essere ancora più attenti”, ha aggiunto il tecnico.

Il Napoli, intanto, si è chiuso in un silenzio stampa. La posizione di Gennaro Gattuso rimane perennemente in bilico, ma la precarietà della rosa legata ai tanti infortuni di queste settimane rappresenta alibi sufficiente per salvare la panchina del tecnico calabrese.

To Top