Calcio

Ibrahimovic e la moto per Sanremo

Zlatan Ibrahimovic è sempre al centro dell’attenzione. Il rocambolesco viaggio per Sanremo nella terza serata del Festival ha fatto scalpore. Una bravata rischiosa e inopportuna, in quanto l’attaccante si è affidato a un motociclista in autostrada per evitare il traffico. Direttamente da Sanremo, è stato lo stesso Ibrahimovic a raccontare la sua disavventura, per poi prestarsi a una parentesi canora in compagnia di Sinisa Mihajlovic. “Sembrava un film e pensavo nessuno mi credesse, per questo ho voluto fare i video, ma la storia è quella che ho raccontato ieri sul palco, incredibile”, ha spiegato Ibra in conferenza stampa da Sanremo.

“Eppure ero partito da Milanello con molto anticipo. Dopo tre ore in coda ho fermato questo motociclista perché non potevo più aspettare, Amadeus senza di me non ce l’avrebbe fatta… Ho preso un rischio? Forse sì, ma non ho paura di rischiare e non potevo fare altro per arrivare in tempo. Solo due persone hanno assistito alla scena, l’autista e un amico. Mi hanno dato un gps per localizzarmi, caso mai il motociclista mi avesse portato da un’altra parte…”.

Mi sono accorto che il motociclista guidava male, gli ho detto ‘Se vuoi ci penso io, così ti tolgo ogni responsabilità’, ma non ha voluto. Purtroppo non siamo riusciti neanche a fare una foto quando sono arrivato all’Ariston, ero in totale stress, poi lui mi ha fatto ‘Ibra, ti devo dire una cosa: è la prima volta che vado in autostrada”. L’ho rassicurato, gli ho detto ‘Hai fatto un buon lavoro’… e poi, per fortuna, lo staff del Festival s’è preso cura di me, avevo anche un po’ freddo, mi hanno dato il tempo di riprendermi”.

To Top