Calcio

Mancini verso la Lituania

mancini

Roberto Mancini prova a tenere alta l’attenzione in vista del match contro la Lituania, terza sfida in una settimana per l’Italia nel Gruppo C di Qualificazione ai Mondiali 2022. “Le maggiori insidie? Non siamo abituati a giocare sull’erba sintetica. Abbiamo due giorni per abituarci. Loro saranno molto chiusi e non ci concederanno spazi per giocare. Abbiamo avuto tre partite in pochi giorni, con tanti viaggi: chiudere a 9 punti sarebbe ottimo. Se debutterà Toloi? C’è la possibilità, è stato con noi una settimana e ci siamo conosciuti meglio”.

“L’idea del ‘falso nueve’ è sempre attuale, può avvenire sempre, sia in partita sia all’inizio. Stiamo valutando le condizioni di Ciro e del Gallo, vediamo dopo l’allenamento di mercoledì mattina. Insigne? Ha giocato due partite intere, entrambe faticose, valuteremo. Chiesa è uno di quelli che potrebbe giocare, in questo momento sta bene. È un giocatore che incute molta paura agli avversari, ha sempre una doppia marcatura, l’altra sera ha avuto un po’ di difficoltà per questo, ma è un giocatore molto importante per noi”.

La Lituania è una squadra molto fisica, che difende molto bene, gioca in contropiede e gioca in casa. La Svizzera, contro di loro, ha avuto diverse occasioni, ma ha vinto soltanto 1-0. Questo significa che le partite sono tutte difficili, soprattutto quando si arriva alla terza in pochi giorni”, ha aggiunto il mister parlando dei prossimi avversari.

To Top