Calcio

Ronaldo e quella maglietta rifiutata

ronaldo

Ronaldo, cosa combini? Quello che ha rivelato Robin Gosens anticipando la sua nuova biografia riguarda un episodio abbastanza eloquente e a tratti imbarazzante per CR7. In un match tra Atalanta e Juventus, l’esterno orobico aveva chiesto la maglietta al campione portoghese, ma questi non lo degnò nemmeno di uno sguardo. “Hai presente quando speri che nessuno ti abbia notato e vorresti sparire? Ecco, mi sono sentito così”. Queste le parole che Gosens ha voluto scrivere per ricordare forse uno dei momenti più deludenti della sua carriera.

Il ricordo di Gosens sembra proprio quello di un bimbo al quale è stato negato il giocattolo. “Dopo la partita contro la Juve ho cercato di realizzare il mio sogno da bambino, ovvero avere la maglia di Cristiano Ronaldo. Così, dopo il fischio finale mi sono avvicinato senza andare nemmeno dal nostro pubblico per festeggiare. ‘Cristiano, posso avere la tua maglietta?’ è stata la mia domanda, ma lui mi ha risposto con un secco ‘No’ e non mi ha nemmeno guardato. Ero completamente arrossito e mi sono vergognato. Sono scappato via, mi sentivo piccolo piccolo”.

Sui social i tifosi si sono scatenati nel commentare l’accaduto. C’è chi ironizza sulla necessità di Gosens di scrivere già una biografia e chi critica pesantemente l’attaccante della Juventus. Anche in questo caso i paragoni con Messi si sono sprecati. Quando non riesce nel suo obiettivo, CR7 sembrerebbe comportarsi da prima donna, senza mettere mai la faccia a favore della squadra. Insomma, il racconto di Gosens non ha fatto altro che far sorridere i detrattori di Ronaldo…

To Top