Calcio

Gasperini e le partite decisive…

Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa dell’imminente match tra la Fiorentina e la sua Atalanta. “Queste partite non sono decisive per chiudere, ma per restare in corsa. La volata è iniziata. Il campionato è bello e appassionante con tante squadre coinvolte, noi siamo nel gruppo. E’ ancora abbastanza lungo, sono importanti tutte le partite, ma ora non sono ancora decisive. Manca un quarto di campionato. Ci sarà spazio e tempo per raggiungere gli obiettivi”, ha spiegato il mister.

“Vlahovic sta facendo particolarmente bene: la presenza di una persona come Prandelli lo ha aiutato a tirar fuori le sue caratteristiche. Mando un grande abbraccio a Cesare: dispiace per quanto gli è successo, deve sapere che c’è tanta gente che lo stima e che nell’ambiente del calcio c’è grande considerazione per lui”, ha aggiunto il tecnico. Sugli avversari, invece: “Le partite con la Fiorentina sono state sempre difficili, sino a due anni fa era punto a punto con noi. Non è forse riuscita a rispettare le aspettative, ma è indubbio una buona squadra con giocatori di valore”.

“L’anno scorso con Iachini uscimmo dalla Coppa Italia per poi vincere in campionato poco dopo. Sono sempre state belle sfide. La formazione? Dispiace aver perso un giocatore come Pessina. Abbiamo diverse soluzioni, ma il rammarico più grande è per lui che deve stare fermo e superare il COVID. Purtroppo è stato coinvolto nel focolaio in Nazionale: peccato, era in ottima condizione. Malinovskyi ha sempre giocato molto, è sempre stato un titolare. Sta attraversando un periodo particolarmente felice e concreto: ha passato alcune vicissitudini, ha avuto il COVID e un’ernia addominale. Per noi è sempre stato importante”.

To Top