Calcio

La Juventus fuori dalla Champions?

Juventus: "Netflix ha apprezzato la nostra storia"

La Juventus la Superlega: un matrimonio che non s’ha da fare. Sembra che quello di Andrea Agnelli sia uno dei club che rischiano maggiormente una sanzione dalla UEFA. Agnelli è vice-presidente della Superlega, ma chi non abbandonerà in toto il progetto potrebbe non giocare le coppe europee nel prossimo futuro. Lo riferisce ESPN, secondo cui la UEFA sarebbe pronta ad adottare misure disciplinari severe nei confronti di Milan, Real Madrid e Barcellona, oltre che dei bianconeri.

“Chiunque continui a essere coinvolto nella Superlega, in futuro non potrà giocare nelle competizioni UEFA”, aveva tuonato Ceferin. Con Arsenal, Atletico Madrid, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester United e Tottenham c’è già un accordo, ma anche l’Inter è su quella strada. Le società che fanno ancora parte della Superlega ritengono però di essere in una posizione dominante, in quanto i documenti originali depositati presso UEFA e FIFA affermano che si chiedeva all’ente il consenso per organizzare la competizione e un riconoscimento piuttosto che un distacco dall’organizzazione.

“La UEFA sta dimostrando di non saper vincere, visto che hanno comunque avuto la meglio nella battaglia delle 48 ore. Con queste pene però si penalizzano proprio quei tifosi che perderebbero la possibilità di vedere la propria squadra competere nella competizione più importanti. Devono essere sanzionati i dirigenti, non i club. Il braccio di ferro è stato vinto, ora si deve essere abili a riportare le squadre nell’albo nelle migliori d’Europa. Andando anche a cercare una strada che accontenti tutti dal punto di vista economico“, ha commentato in proposito Paolo Condò a Sky Sport.

To Top