Calcio

Mancini richiama Raspadori

mancini

Roberto Mancini non guarda in faccia a nessuno. Dopo l’esclusione di Kean, il tecnico si è prodotto in un’altra mossa apparentemente inaspettata: il reintegro di Giacomo Raspadori. L’Under 21 è stata eliminata subito nella fase finale degli Europei di categoria e così l’attaccante del Sassuolo è stato richiamato nella Nazionale maggiore. Evidentemente, farà parte della lista dei 26 che sarà ufficializzata tra poche ore. Sarà lui il vice-Insigne e all’occorrenza la terza punta centrale.

Dopo qualche giorno passato nel pre-ritiro azzurro del Forte Village nel tentativo di recuperare dall’infortunio alla coscia destra, il giocatore si è rimesso a disposizione. Il ct aspettava di vederlo all’opera ieri sera per valutarne le condizioni fisiche e per capire se le sue caratteristiche si sposassero a tutti gli effetti con l’idea di gioco della Nazionale. Contro San Marino, infatti, Mancini aveva risparmiato volutamente Raspadori.

Negli ultimi giorni il ct è stato colto da diversi dubbi. In primis, Matteo Politano l’ha spiazzato scavalcando qualche gerarchia. Un giocatore potrà essere aggregato al gruppo come riserva fino al 10 giugno, vigilia di Italia-Turchia, gara inaugurale della kermesse continentale. Il mister avrà quindi la possibilità di effettuare un cambio in lista fino all’ultimo momento. Un altro cruccio riguarda la difesa: uno tra Mancini e Toloi dovrà essere depennato. Il centrale della Roma gode già di qualche chance in più di partire. Per il resto, la rosa è ben definita. I vari Donnarumma, Barella e Insigne rappresenteranno i capisaldi di questa Nazionale. Di fatto, manca solo Nicolò Zaniolo, ma recuperare al meglio per l’Europeo era impensabile.

To Top