Calcio

Banfi: “Avrei tenuto Totti alla Roma”

Totti riceve il premio Laureus

Lino Banfi sta diventando sempre più il simbolo di questi Europei azzurri. A lui sono state dedicate le prime esultanze dei giocatori dell’Italia nella rassegna continentale. Era partito tutto per scherzo, con un video inviato a Chiellini per fare un in bocca al lupo al gruppo. Come raccontato a Soccermagazine, nemmeno il noto attore pugliese si aspettava degli strascichi del genere. “Ho trovato il numero su una rubrica di un vecchio telefono, il giorno prima dell’inizio degli Europei ho detto a mio figlio: ‘Facciamo un piccolo video, che lo mandiamo a Chiellini’. Lo feci e lui fu felicissimo, si commosse quando mi ha risposto: ‘Lino, grazie! Che bello!'”.

Nel filmato, Banfi invitava Chiellini a esortare nella squadra un’esultanza al grido di “Porca puttena!”, storica battuta dell’attore. “Non so come è accaduto proprio questo, ma è accaduto. A casa saltai dalla poltrona quando Immobile si è avvicinato alla telecamera. ‘Com’è possibile che abbiano detto queste parole? Non le sa nessuno, solo Chiellini’. Adesso è diventato un motto, il resto lo sapete. Ormai è diventato di dominio nazionale. Fino ad adesso è andata bene”.

Da bravo tifoso della Roma, Banfi ha parlato anche del futuro di Totti. “Il capitano della Roma per eccellenza era lui, una figura troppo grande, però non per questo non può stare nella dirigenza. Mi farebbe piacere se ci fosse. Non lo so come si metterà, comunque i due americani padre e figlio hanno preso Mourinho senza sapere che “Mou” in dialetto pugliese vuol dire “adesso”, “subito”, pagando una bella cifra, e sanno che Mourinho chiederà dei giocatori importanti. Quindi in un contesto del genere la figura di Totti l’avrei tenuta nella società. Mi auguro che cambino idea.

To Top