Calcio

Mancini pensa già alla Svizzera

mancini

Roberto Mancini ha raccolto una medaglia di bronzo da questa Nations League“L’Italia dell’Europeo si è vista anche con la Spagna, ma in 10 è difficile giocare le partite… Altrimenti sarebbe stato come con il Belgio, i miei ragazzi sono stati molto bravi. A centrocampo abbiamo diverse soluzioni e giocatori con molta qualità”, ha dichiarato il mister ai microfoni della RAI subito dopo il 2-1 contro i “Diavoli Rossi”. “Chiesa? Può giocare a destra e a sinistra facendo bene: è un giocatore importante. Bene anche Berardi, Raspadori e Kean”.

A novembre ci sarà una delle partite più importanti della sua gestione, la gara di qualificazione ai Mondiali contro la Svizzera. Sarà una gara difficile, come è stata all’Europeo e a Basilea. Giochiamo in casa, sarà la partita dell’anno dopo quelle degli Europei. Sappiamo che dobbiamo vincere”. Locatelli, intanto, ha convinto da vice-Jorginho.Quando manca Jorginho dobbiamo avere delle alternative, Sensi è indisponibile e Cristante ha fatto quel ruolo. Locatelli ha le qualità per farlo e ha disputato una grande partita, può fare sia l’interno che il play, è una opzione in più che abbiamo”.

“A me Locatelli piace, piace come interno di centrocampo perché quando attacca sa fare gol e fare assist. Però era importante provarlo lì, perché quando non ci sarà Jorginho sappiamo di avere lui che può ricoprire quel ruolo”, ha aggiunto ancora il ct. Archiviata la Nations League, adesso la testa va direttamente alla partita con gli elvetici. Dopodiché, agli azzurri spetterà un lungo anno di transizione prima di partecipare finalmente al Mondiale. Un appuntamento che per noi manca da quasi 8 anni…

To Top