Calcio

A Ibrahimovic servono più minuti

Ibrahimovic è tornato a difendere la causa del Milan in Champions League a quasi 10 anni di distanza dall’ultima volta. Come nelle due partite precedenti, però, anche contro il Porto i rossoneri non sono riusciti a totalizzare punti, in quella che secondo lo svedese è stata la peggior partita del “Diavolo” di questi tempi. Adesso la qualificazione agli ottavi è seriamente compromessa. “Questo è il calcio, siamo a 0 punti, ma dobbiamo continuare e sono fiducioso. Per tanti in questa squadra è la prima volta in Champions, devono crescere e imparare. Le gare in Champions portano esperienza in campionato”, ha spiegato il bomber nel post-partita di Canale 5.

“Mancano tanti giocatori, ma questo fa parte del calcio. Io sono appena tornato e sono contento di giocare. Mi servono più minuti per ritrovare il ritmo, più gioco più il ritmo torna. Anche per Bakayoko era la prima partita, ma non voglio trovare scuse e nella prossima partita dobbiamo fare meglio. Mancano 3 partite, abbiamo lottato per essere in Champions e fino a che ci sarà la possibilità puntiamo all’obiettivo”, ha aggiunto.

Ai più speranzosi non può non venire in mente l’esempio dell’Atalanta di 2 anni fa, capace di qualificarsi dopo aver ottenuto solo sconfitte nel girone d’andata. Nel complesso, comunque, il Milan può dirsi abbastanza soddisfatto. In campionato i rossoneri sembrano gli unici in grado di tenere testa al Napoli capolista e in Europa hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà le big. Il Milan mancava in Champions dalla stagione 2013/2014 e forse chiedere subito il passaggio del turno sarebbe stato troppo, ma ad oggi il lavoro di Pioli sta certamente ripagando.

To Top