Calcio

Allegri: “Bisogna fare e non pensare”

Allegri

Ci troviamo alla vigilia di Lazio-Juventus e Massimiliano Allegri ha parlato a lungo dell’imminente big match in conferenza stampa. “Si affrontano le due squadre che negli ultimi dieci anni si sono divisi i trofei in Italia, fra scudetti e coppe Italia. Una bella sfida, due squadre che stanno galleggiando ai margini del quarto posto. Sarà una partita difficile. Dei giocatori ho visto solo gli europei perché i sudamericani sono arrivati un po’ in ritardo, vediamo oggi chi avrò a disposizione. Non so neanche chi verrà a Roma, poi dopo quando li vedrà valuterò chi sarà in condizione. Oggi Dybala proverà a fare allenamento, ieri non ha fatto niente. Lui ha voglia di esserci, però il polpaccio anche se non ha niente può essere pericoloso”.

“In questo momento bisogna solo fare e non pensare. Siamo indietro in classifica, le chiacchiere non servono assolutamente a niente. Dobbiamo solo pensare a fare per cercare piano piano di migliorare nella fase offensiva e difensiva, oltre che in classifica. Fortunatamente col Chelsea in Champions ci giocheremo solo il primo posto perché siamo già qualificati. Maurizio Sarri è un ottimo allenatore e qua ha vinto uno scudetto. Se ha detto che la Juve non è allenabile dovete domandarlo lui, l’ha detto lui e non io. Per me le squadre sono tutte allenabili, dipende poi dai giocatori che hai a tua disposizione. Poi rispetto a due anni fa la squadra è cambiata”, ha aggiunto il tecnico.

Tra i vari argomenti non è mancata un’osservazione sulla Nazionale. “La Nazionale ha fatto un ottimo Europeo, prima dell’Europeo non veniva dato un Euro all’Italia, poi ha vinto ed è diventata fortissima. Per un rigore sbagliato adesso è una settimana che li massacrano. Ci vuole equilibrio, ci sono imprevisti che vanno gestiti e io credo che alla fine andrà ai Mondiali.

To Top