Calcio

Milan battuto, Pioli non fa drammi

Pioli: "la Fiorentina non può essere soddisfatta"

Prima sconfitta in campionato per il Milan di Stefano Pioli. Il tecnico rossonero ha parlato a lungo del match con la Fiorentina in conferenza stampa. Dobbiamo sentire il dolore di questa sconfitta e fare in modo che non si ripeta. Nonostante la sconfitta, sono comunque convinto che la squadra che alleno sia molto forte e cercheremo di fare sempre meglio. Perdere fa male e subire quattro gol fa male”.

Gli episodi ci hanno portato alla sconfitta. I numeri dicono 9 occasioni e 17 tiri in porta, ma nei gol subiti serviva più attenzione e nel primo tempo dovevamo segnare almeno un gol. C’era spazio per riprendere la gara, ma non siamo stati lucidi e attenti. Forse senza il quarto gol la partita potevamo pareggiarla. Avevamo tanti giocatori offensivi e c’era tempo. Nel primo tempo abbiamo giocato bene, non dovevamo essere sotto di due gol. Noi non abbiamo segnato, loro hanno fatto due gol. Anche nel secondo tempo non abbiamo fatto male, ma è stata più una prestazione di carattere perché non volevamo perdere la prima partita in campionato”, ha aggiunto.

“La squadra ha giocato da squadra con ritmo e intensità. A volte ci manca l’ultimo passaggio. Siamo arrivato tante volte in area, abbiamo tirato in porta il doppio della Fiorentina e la prestazione c’è stata. Per vincere però serviva più attenzione. Questa sconfitta ci servirà, siamo delusi e amareggiati. Questo k.o. ci darà più determinazione per le prossime gare”. Non è mancato un pensiero sulla Champions: “Da domani penseremo all’Atletico. Non so quante percentuali abbiamo di qualificarci, ma vogliamo onorare il nostro impegno fino alla fine”. Infine, sul rinnovo: “Quando sarà il momento si farà. Non è mai stato un problema per me, non ho fretta”.

To Top