Buffon: parole da veterano

Buffon: parole da veterano

Buffon: parole da veterano

5 gennaio 2019

Gianluigi Buffon torna a parlare. L’ex portiere azzurro, che proprio di recente ha confermato l’addio alla Nazionale, ha rilasciato infatti una nuova intervista a Eurosport. L’estremo difensore del Paris Saint-Germain non ha ancora deciso chiaramente quando appendere i guantoni al chiodo, ma non nasconde alcuni pensieri da grande veterano conditi da un pizzico di nostalgia.

Un episodio in particolare ha colpito Buffon. Ad agosto 2016, durante Juventus-Fiorentina, l’ex bianconero ha giocato per la prima volta in carriera contro il figlio di un vecchio compagno di squadra: Federico Chiesa, figlio di Enrico. “Quando ho affrontato Federico Chiesa ho pensato di smettere, era la prima volta che giocavo contro il figlio di un compagno: all’inizio ero un po’ disorientato e pensavo fosse arrivata l’ora”, ha spiegato Gigi. I due hanno anche disputato insieme l’ultima amichevole dell’Italia contro l’Argentina, durante la breve gestione di Di Biagio.

Anche in Ligue 1, comunque, Buffon si è ritrovato di fronte ad una situazione analoga. Nell’ultima partita tra PSG e Monaco, infatti, il portiere ha incrociato Khephren Thuram, figlio di Lilian. “Era in panchina quando abbiamo affrontato il Monaco, è una cosa davvero molto bella perché alla fine ho incontrato figli di compagni ai quali ho veramente voluto bene. La particolarità di giocare contro questi ragazzi è un regalo alla vita”, ha spiegato.

Nel descrivere la sua nuova vita calcistica a Parigi, Buffon si è prodotto anche in un elogio su due illustri compagni. “Mbappé ha 19 anni ma se decide di voler vincere 5 Palloni d’Oro nei prossimi 10 anni lo farà. Neymar? Gli dico spesso: hai 26 anni e dovresti avere già vinto 3 Palloni d’Oro. Ha classe e talento unici”. Parola di campione del mondo.