Icardi e il rinnovo lontano

Icardi e il rinnovo lontano

Icardi e il rinnovo lontano

4 gennaio 2019

Icardi non ha ancora detto “sì” all’Inter. Il desiderio dei tifosi fatica ancora a diventare realtà. La telenovela relativa al rinnovo dell’argentino, infatti, non vuole volgere al termine e sta dando vita a una lunga trattativa. La crescita della società nerazzurra nell’ultimo anno avrebbe dovuto giocare un ruolo fondamentale nella decisione. In soldoni, non ci sarà bisogno di trasferirsi per giocare la Champions, ma per la procuratrice Wanda Nara non sembra bastare. L’ingaggio deve avere la priorità a tutti i costi.

Marotta dovrà attendere il rientro del giocatore dalle vacanze per discutere il contratto, ma il problema risulta già evidente. La richiesta di ingaggio di 9 milioni a stagione appare eccessiva anche se riferita al bomber più continuo degli ultimi campionati. Attualmente, Icardi percepisce poco più di 5 milioni e la proposta del club è ferma da tempo a 7 milioni. Mauro e Wanda non hanno intenzione di accettare compromessi. L’obiettivo è quello di arrivare agli standard dei massimi stipendi europei.

L’approdo di Marotta all’Inter non ha ancora sveltito la pratica. Anzi, sono tanti i punti da rivedere. Ad esempio, Wanda Nara vorrebbe anche la clausola rescissoria nel contratto. Insomma, facendo leva sulle statistiche di cui gode, il capitano nerazzurro vuole ottenere il massimo dalla situazione. 120 goal in 5 anni e mezzo giustificano per lui un maggiore sforzo da parte della società. Alla fine la differenza tra domanda e offerta ammonta a soli 2 milioni, ma il timore dell’Inter è quello di creare scompensi sul fronte ingaggi. Molti altri giocatori, infatti, potrebbero iniziare ad avanzare pretese analoghe.