“Ronaldo non fa la superstar”

“Ronaldo non fa la superstar”

“Ronaldo non fa la superstar”

26 gennaio 2019

Cristiano Ronaldo è sempre e costantemente al centro della scena. Ormai non manca trasmissione sportiva che parli del fenomeno portoghese. D’altronde, complice la delusione della mancata qualificazione ai Mondiali, il calcio italiano ha bisogno di rimettersi in luce nei confronti del resto del globo. CR7 rappresenta probabilmente il palliativo migliore in tal senso. Oltre che un calciatore, per molti significa profitto. L’ex Real non può essere considerato solo un semplice atleta. Basti pensare che un singolo post sui social di Ronaldo viene pagato svariate decine di migliaia di Euro per muovere la pubblicità.

L’aspetto commerciale dell’attaccante della Juventus non è da sottovalutare. Per certi versi supera persino quello squisitamente calcistico. In ogni caso, le due facce di Ronaldo riuscirebbero a convivere tranquillamente. Ne è convinto anche un ex bianconero illustre quale Zbigniew Boniek, oggi presidente della Federcalcio polacca. “Lui è superstar da copertina perché sfrutta le sue doti, la sua immagine e lo fa bene, però non penso che nello spogliatoio lui sia una superstar da copertina”, ha dichiarato Boniek a Soccermagazine. “Nello spogliatoio lui sta con gli altri, scherza, ride e fa il suo mestiere come gli altri ed è ben voluto da altri. Poi fuori dallo spogliatoio c’è gente che lavora con lui per far fruttare la sua immagine e lo fa bene, però non credo che lui si comporti con gli altri giocatori come una star”, ha concluso.

Reduce da un patteggiamento col fisco spagnolo, che ha comminato a Ronaldo una multa di ben 18 milioni di Euro, Cristiano Ronaldo deve ancora fare i conti con l’accusa di stupro da parte della modella Kathryn Mayorga. Tuttavia, per quanto possa essere colpita dall’interno e dall’esterno dell’ambiente calcistico, l’immagine e soprattutto il marchio di CR7 non sembrano conoscere mai cali significativi.