Sarri e Guardiola: tutto chiarito

Sarri e Guardiola: tutto chiarito

Sarri e Guardiola: tutto chiarito

10 febbraio 2019

Brutta batosta per Maurizio Sarri. Il tecnico del Chelsea ha dovuto digerire un pesantissimo 6-0 maturato oggi in casa del Manchester City. Tantissime le critiche piovute addosso all’ex allenatore del Napoli, che sembra voler a tutti i costi adottare i giocatori a disposizione alla propria filosofia calcistica. Abramovich si era già fatto sentire in settimana: i “blues” hanno bisogno di un cambio di rotta. La panchina del mister toscano, però, continua a traballare sempre di più.

Il “sarrismo” non sta portando ottimi frutti in Inghilterra. Il Chelsea sembrava essere partito bene a inizio stagione, ma oggi si ritrova solo sesto in campionato. Per i londinesi la priorità è la qualificazione in Champions. Da quando è in Premier Sarri sembra aver avuto spesso carta bianca su come agire, tanto da ottenere l’ingaggio di Higuain nel mercato di gennaio. I rapporti con Abramovich non sono quindi quelli con De Laurentiis. L’allenatore deve portare i risultati, altrimenti i contratti saltano.

Il tonfo di oggi non addolcisce certo l’atmosfera. Manchester City-Chelsea è finita 6-0 per i “citizens” e al termine Sarri non ha nemmeno stretto la mano a Pep Guardiola. Proprio lui, quel Guardiola che sembrava fonte d’ispirazione e grande estimatore già in occasione del primo confronto in Champions dell’anno scorso. Nel post-partita, però, entrambi gli allenatori avrebbero smorzato la polemica: “Non l’ho visto in quel momento, lo vedrò dopo la gara, volevo solo andare negli spogliatoi”, ha detto Sarri; “Ho parlato con Zola, Sarri non mi ha visto. Ho un ottimo rapporto con lui, nessun problema”, ha spiegato Guardiola.