Spalletti può salutare Abisso

Spalletti può salutare Abisso

Spalletti può salutare Abisso

27 febbraio 2019

Il caso arbitrale per eccellenza degli ultimi giorni ha inasprito molto gli animi, compreso quello di Luciano Spalletti. L’Inter ha subito in extremis il goal del 3-3 contro la Fiorentina, grazie ad un rigore concesso dall’arbitro Abisso. Il tocco di petto di D’Ambrosio sul pallone scagliato da Chiesa sembrava evidente, ma nonostante l’utilizzo del VAR si è optato per il penalty. Un errore considerato troppo importante ed evidente, che non poteva non portare conseguenze al fischietto palermitano.

Per Rosario Abisso ci sarà almeno un mese di stop. Inoltre, il direttore di gara non dovrebbe arbitrare più l’Inter sino a fine stagione. Una sconfitta gigantesca per il VAR. L’impressione generale è che Abisso non abbia avuto sangue freddo a sufficienza per negare il rigore in quel dato frangente. Nelle ultime ore l’arbitro ha avuto anche un lungo confronto con il designatore Rizzoli. Con tutta probabilità, Abisso tornerà a dirigere una partita di Serie A a fine marzo, se non a inizio a aprile. Sul web, intanto, molti tifosi si stanno scatenando chiedendosi perché altri arbitri non abbiano conosciuto sanzioni analoghe per errori ritenuti altrettanto gravi.

Spalletti può stare sereno, dunque. Al termine di Fiorentina-Inter, il tecnico nerazzurro si era scagliato anche contro qualche salotto televisivo manifestando tutto il proprio malcontento. L’Inter sta facendo molto bene nelle ultime settimane, a dispetto dell’assenza di Icardi. A Firenze, però, ha subito un autogoal dopo pochissimi secondi, oltre che la rete ad oggi più tardiva della storia della Serie A. Il rigore di Veretout, infatti, è stato trasformato oltre il 100° minuto. Un dettaglio che non aiuterà a far dimenticare quest’episodio.